CARLA E L'ANSIA.


Carla lavora in un negozio di abbigliamento, la titolare ogni volta che può la mortifica davanti ai clienti. Carla sta zitta perché teme di perdere il lavoro,l'ansia tuttavia inizia a crescere in lei, fa fatica a dormire e arriva un giorno in cui deve recarsi al Pronto soccorso: il cuore le batte ad una velocità pazzesca e lei teme di stare per morire. Fortunatamente era 'solo' un attacco di panico. I suoi familiari però finalmente prendono in considerazione i suoi problemi, fino a quel momento li avevano liquidati con un "il lavoro è così..". Carla comprende però che non può continuare in questo modo e chiede aiuto psicologico. Finalmente inizia a prendere posizione nei confronti delle offese ricevute, si cerca un altro lavoro, presto si licenzia. Gli attacchi di panico svaniscono e con sé l'ansia.

Ricorda: Chi ti offende o è più potente o è più debole di te: se è più debole, risparmialo, se è più potente, risparmia te stesso.

Seneca.


1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti