top of page

LUTTO PRECOCE

Mi capita di ascoltare in studio persone che nella loro vita hanno avuto lutti precoci, con questa parola intendo persone a loro vicine che sono mancate prematuramente, sia in modo improvviso sia per una lunga malattia, quando loro erano ancora giovani.


Questa esperienza li ha tutti profondamente segnati e la loro vita ha avuto una evoluzione differente a seconda del modo in cui l'hanno elaborata.


In generale posso dire che le rielaborazioni portano a 2 conclusioni, che qui scrivo in modo generico e che non vogliono essere esaustive, ma solo esemplificative:


  1. "nulla ha senso"

  2. "timore di perdersi qualcosa nella vita, con una ansia forte riferita al tempo che scorre"

Nel primo caso si guarda alla vita con un senso di distacco, dove nulla sembra importare veramente, perché tanto non merita.


Nel secondo caso invece vi è una sorta di ansia, di timore di non riuscire a fare tutto per tempo.


In entrambi i casi si fanno scelte che si rivelano spesso non buone.


Come sei riuscito tu a elaborare il tuo lutto? E' importante che tu lo sappia e che tu possa ri-elaborare le conclusioni a cui sei giunto, per non fartene influenzare negativamente.


Se hai piacere di condividere con me la tua esperienza, e se hai bisogno che ti aiuti a comprendere meglio come hai elaborato la tua esperienza di lutto precoce, ti invito a scrivermi qui: www.biancobeatrice.com/prenota-un-colloquio







130 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

"Scegli di non soffrire" - libro

Vi invito alla presentazione del mio secondo libro: "Scegli di non soffrire" Mi auguro che questo libro possa aiutare tutti coloro che stanno vivendo un momento difficile. Ogni difficoltà che incontri

Comments


bottom of page