LE SFUMATURE DELLA DONNA

Cara donna sei cosciente che in te ci sono 4 differenti possibilità di vita? 4 diversi modi di esprimere te stessa?


La natura della donna è creativa.


Se impari a vivere al centro della tua ritmicità, adattando il tuo stile di vita per ottenere il massimo dalle diverse fasi del tuo ritmo, invece che combatterlo, correggerlo o scappare da esso, puoi trarne enormi vantaggi.


Andiamo per ordine e vediamo nel dettaglio queste fasi.


Il ciclo della donna comprende 4 fasi, durante queste variazioni ormonali anche la psiche subisce delle variazioni, che possono riguardare le energie emotive, sessuali e creative.


Durante la fase Pre-ovulatoria la donna si trova in una condizione di grande energia, dinamismo e voglia di fare.

Durante la fase Ovulatoria prevale il desiderio di nutrire, accudire, sostenere e arricchire, le energie creative sono convogliate all’esterno per creare qualcosa di nuovo.

Durante la fase Pre-mestruale si riscontra un aumento della sessualità e della creatività. Le energie di questo periodo possono essere utilizzate per creare, ma anche per distruggere.

Durante la fase Mestruale le energie sono ritirate dal mondo esterno e volte verso l’interno.


E’ importante ricordare che le sfumature non sono fisse e i confini sono labili, pertanto ogni donna può sperimentare all’interno di ogni fase delle sfumature differenti.


Vi aiuterò a riconoscere le caratteristiche di ogni fase proponendovi personaggi femminili della cinematografia classica.


Iniziamo a vederna una:


La sfumatura 'introversa'


Durante la fase mestruale, dall’inizio alla fine della mestruazione, il corpo e anche la nostra psiche subisce delle variazioni significative.


La fase che precede la mestruazione sarà rappresentata da Amélie, il personaggio femminile del film di Jean-Pierre Jeunet con Audrey Tautou e Mathieu Kassovitz, Il favoloso mondo di Amélie.


La fase immediatamente precedente la mestruazione è un momento di ritiro, in cui si ha bisogno di silenzio e in cui tutti i rumori che derivano dall’esterno, vanno a disturbare il delicato equilibrio interno, che avrebbe bisogno di pace e di silenzio.


Amélie, tende a fuggire la realtà, per lei negativa e si rifugia in un mondo alternativo, magico e surreale. Lei è triste e malinconica, con un carattere schivo e solitario.


Proprio come Amélie, per il quale tutto sembra avere un valore immenso, e si impegna in una sorta di crociata per difendere coloro che soffrono, coloro che sono deboli o fragili.


In questo periodo affiorano anche con maggiore intensità le nostre questioni irrisolte, che la nostra psiche ci propone sotto forma di sogni ricorrenti o sotto forma di intolleranza verso ciò che riteniamo ingiusto.



P.S. questo è solo un abbozzo del libro che sto scrivendo e che verrà approfondito.

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti